Practical tips > Lo Sportello Telematico Automobilistico: l’aiuto per chi guida in Italia

Lo Sportello Telematico Automobilistico: l’aiuto per chi guida in Italia

Paolo Odinzoff
 - 07/06/2016

Pochi lo sanno ma anche in Italia come in molti altri Paesi europei esiste uno strumento che può tornare molto utile agli utenti della strada.

Dal 2002 è infatti in funzione, presso le unità territoriali dell'ACI (PRA), gli uffici provinciali della Motorizzazione Civile (UMC), le delegazioni degli Automobile Club e gli studi di consulenza automobilistica (agenzie pratiche auto) abilitati al servizio, lo STA: ovvero lo Sportello Tematico Automobilistico.

Si tratta di uno sportello virtuale tramite il quale è possibile sbrigare numerose pratiche burocratiche legate all’uso di veicoli e rimorchi in modo veloce e senza dover perdere del tempo facendo la fila nei vari uffici dedicati.

Collegandosi allo STA si possono ad esempio e ottenere targhe, carte di circolazione e certificati di proprietà. Come anche l’immatricolazione e l’iscrizione al PRA dei propri veicoli e dei relativi rimorchi che vantano una massa pari o superiore alle 3,5 tonnellate. Tutto, purché i mezzi interessati non siano ovviamente immatricolati al di fuori dei paesi dell’Unione Europea, oppure siano dei veicoli usati e abbinati a un documento di circolazione rilasciato da un Paese diverso da quelli UE o aderenti allo Spazio Economico Europeo (Liechtenstein, Norvegia e Islanda).

Sempre tramite lo STA è poi facile effettuare importanti operazioni tra cui il passaggio di proprietà di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi, con l’autentica della firma del venditore, e l’esportazione di quest’ultimi all’estero. Si può inoltre richiedere la radiazione del proprio veicolo o del rimorchio per consentirne la demolizione, consegnando però fisicamente il veicolo o il rimorchio a un centro demolizione e smaltimento o a un concessionario nell’eventualità dell’acquisto di un nuovo mezzo.

Riguardo al costo per usufruire dei vari servizi le tariffe variano a seconda delle richieste e vanno a sommarsi alle spese previste per legge. Per avere tutte le informazioni sullo STA basta, comunque, collegarsi al sito web dell’ACI (Automobile Club d’Italia) e visitare il link dedicato.

 

Foto: ©AT image