News > Crescono in Italia le colonnine di ricarica per le auto elettriche

Crescono in Italia le colonnine di ricarica per le auto elettriche

Paolo Odinzoff
 - 05/01/2016

Pur se al momento non si può certamente parlare di una rete, visti i numeri decisamente inferiori rispetto a quelli di altri Paesi europei come Norvegia, Francia e Gran Bretagna, anche in Italia il numero delle colonnine elettriche sta crescendo di giorno in giorno ed è destinato ad aumentare notevolmente.

Ad oggi si contano infatti sul nostro territorio 744 punti pubblici di ricarica dove attaccare le automobili con la “spina” che forniscono 83 provincie.  Ma, entro il 2016, seguendo le direttive contenute nel piano nazionale del decreto sviluppo per il quale è stato previsto uno stanziamento di 50 milioni di euro, saranno ben 90.000 le colonnine presenti lungo le strade italiane per poi arrivare entro il 2020 a 130.000. Un recente accordo con l’UE fissa del resto la data del 2020 come limite imposto a tutti gli Stati membri per garantire la copertura dei nodi urbani ed extraurbani con un numero adeguato di istallazioni dove fare il pieno di energia alle auto elettriche.

Al fine di incentivare la mobilità a impatto zero, poi, anche ai privati è stato dato in Italia il via libera per l’istallazione di punti di ricarica in condomini ed esercizi commerciali, stabilendo già dallo scorso anno che divenga obbligatorio per gli edifici non residenziali di almeno 500 mq, di nuova costruzione o in ristrutturazione, l’installazione di colonnine o prese di corrente idonee nei parcheggi.

Tornando alla situazione attuale, per adesso a guidare la classifica delle città italiane con il maggior numero di punti per la ricarica delle vetture elettriche sono Firenze (148), Roma (76) e Milano (70).

 

Foto: ©Smart