News > Ford inventa una nuova tecnologia che contrasta lo stress della guida notturna

Ford inventa una nuova tecnologia che contrasta lo stress della guida notturna

Relaxnews
 - 07/04/2017

Secondo un recente sondaggio di opinione ordinato da Ford, la paura della cecità notturna e quella di investire un pedone sono le due maggiori fonti di timore legate alla guida di notte. Per quanto riguarda il timore d’investire qualcuno che emerge dal buio, è stata trovata una soluzione che non sia solo l’uso di occhiali.

Per la prima volta, Ford doterà le sue auto di una nuova tecnologia ideata per riconoscere i pedoni di notte e frenare in tempo nel caso in cui il conducente non reagisca ai primi segnali.

In Europa, questo sistema di riconoscimento dei pedoni equipaggerà la prossima Ford Fiesta, presentata al salone di Ginevra. Negli Stati Uniti, la nuova tecnologia doterà prima il Ford F-150 e la Mustang, nel 2018.

Per molti conducenti guidare di notte è stressante, soprattutto in città. Spesso i pedoni attraversano la strada all’improvviso, distratti per esempio dal cellulare, e impediscono anche ai guidatori più attenti di reagire in tempo per evitare l’investimento. Questo nuovo sistema di riconoscimento agisce sia di giorno che di notte, evidenziando la presenza di persone che stanno per attraversare (o che stanno già attraversando).

In Europa, il sondaggio (condotto su 5.030 conducenti tedeschi, francesi, italiani, spagnoli e britannici) dimostra che l’81% delle persone interrogate ammette di provare inquietudine durante la guida notturna. Più della metà dichiara che il calo della visione notturna è un fattore di stress, e più di un terzo ha paura di un incidente o di investire un pedone. Negli Stati Uniti, nel 2015, tre incidenti mortali di pedoni investiti da un’auto su quattro sono avvenuti di notte.

Il sistema di riconoscimento dei pedoni tratta le informazioni raccolte da un radar montato all’interno della griglia anteriore della vettura, associato ad una telecamera situata sul parabrezza. La tecnologia mette a confronto istantaneamente le immagini filmate con una base di dati di "forme" di pedoni, il che consente al sistema di distinguere gli individui dagli alberi o dagli elementi della segnaletica. Secondo Ford, la telecamera è in grado di filmare 30 immagini secondo, e il sistema può distinguere i pedoni anche in condizioni di bassa visibilità, per esempio quando sono illuminati solo dai fari.

Al conducente, vengono inviati segnali acustici e visivi: se non basta, il sistema provvede automaticamente alla frenata.
 

 

Foto: © Courtesy of Ford