Practical tips > Durante un lungo viaggio, idee per occupare i bambini

Durante un lungo viaggio, idee per occupare i bambini

Michelin
 - 29/07/2019

Molto spesso, “vacanze in famiglia” significa “viaggio in auto in famiglia” e quindi serie probabilità di dover fare i conti con bambini irrequieti o annoiati! Ecco 10 idee per tenerli facilmente occupati e godersi tranquillamente il viaggio in aereo, in treno o in auto...

1 - La loro musica preferita
Componete una playlist con le canzoni preferite dei vostri bambini. Non dimenticare di mescolare titoli per grandi e piccoli, in modo da avere musica per tutti i gusti. Potrete perfino organizzare un blind test familiare.
Non dimenticate: registrate la playlist su un lettore MP3 o sul vostro smartphone e portate con voi una cuffia audio per ogni bambino.
 
2- La pausa merenda
Il pretesto per una piacevole tappa durante il viaggio e per far passare il tempo più in fretta. In caso di cinetosi (mal, auto, mal d’aria, ecc.), non dimenticate le caramelle, i lecca-lecca e i chewing gum (perfetti anche per il mal d’orecchio causato dalle variazioni di pressione al decollo e all’atterraggio).
Non dimenticate: acqua, carta cucina, prodotti confezionati per evitare di sporcarsi (bottiglie di yogurt, merendine, frutta…).
 
 
3- Qualche libro per viaggiare con la fantasia
Ideale per chi ha più di 6-7 anni e ama perdersi in ore di lettura, ma anche per i bimbi più piccoli che adorano ascoltare le storie raccontate dai grandi. A una sola condizione: accertarsi che i bambini non soffrano di nausea quando fissano un libro, su un mezzo in movimento.
Non dimenticate: libri o riviste per bambini che contengano diverse storie, per evitare di partire “troppo carichi”. 
 
4- I piccoli giochi di società
Indovinelli, morra cinese, canzoni: frugate tra i ricordi di infanzia, alla ricerca di classici senza tempo. Per i bambini di più di 7 anni, pensate agli indovinelli come “Chi sono?”, che possono spaziare dai personaggi dei cartoni animati ai grandi nomi della Storia (da 10 anni in su).
Non dimenticate: se i vostri bambini sanno giocare insieme o se non guidate, tutti i piccoli giochi di società sono ideali per il viaggio (carte classiche, memory, dobble, puzzle da viaggio o l’immancabile tablet, ma le vacanze dovrebbero essere un’occasione per separarsene…). 
 
5- I passatempi creativi
Se ai vostri bambini piacciono le attività manuali, è il momento di riportare alla luce tutte le scatole di passatempi creativi nascoste negli armadi di casa! Pastelli, album, timbri e adesivi per i piccoli. Creazione di rainbow loom, di pompon o di origami per i più grandi... Non ci sono limiti, a condizione di avere il materiale adatto e di prevedere una piccola scatola per conservare tutto.
 
6- La pausa relax
Insegnate ai bambini a respirare profondamente, a rilassare i muscoli, a bere regolarmente, ad osservare il paesaggio: i campi, il mare, il cielo...
In auto, potete ascoltare musiche rilassanti. In treno o in aereo, proponete coccole o piccoli massaggi, a turno...
7- Il viaggio come avventura
State partendo alla scoperta di una regione o di un paese? Coinvolgete i vostri figli in questa favolosa avventura! Portate con voi una mappa, per seguire il percorso e sottolineare tutte le eventuali tappe con un pennarello. Prestategli o leggete ad alta voce la guida turistica, per aiutarli a scoprire la storia e la cultura della regione che state per esplorare. A volte potrete trovare anche speciali “taccuini da viaggio”, pensati per i bambini. Invitate i ragazzi a scattare delle foto, a prendere appunti o a disegnare su un taccuino fin dalla partenza, incollando magari il biglietto di treno o di aereo sul loro “diario di viaggio”.  Durante il ritorno, il tragitto potrà anche servire a rileggere e a perfezionare questo piccolo album di ricordi!
 
8- I DVD premio
Per i bambini da tre anni in su, sarà una buona idea portare un tablet o un PC portatile con qualche cartone animato adatto alla loro età. Potrebbe essere l’ancora di salvezza in caso di ritardi o di ingorghi.
 
9- Il pisolino strategico
Tutto dipende dall’età e dagli orari di viaggio, ma non trascurate questa soluzione semplice e preziosa! Ai bambini di più di 6 anni, parlate piuttosto di “pausa relax”… La accetteranno più facilmente. Non dimenticate: il pupazzo preferito, un cuscino da viaggio, una piccola coperta morbida (o magari un pullover da adulto o uno scialle) e, in auto, degli schermi solari. N.B.: le mascherine in tessuto potranno essere utili in caso di viaggio notturno in treno o in aereo.
 
10- La noia che fa crescere
I pedopsichiatri ne sono convinti: la noia è il punto di partenza dell’immaginazione e dell’autonomia. Non vi sentite in colpa, quindi, in caso di tempi morti. Tocca anche ai bambini trovare le risorse per occuparsi, osservare il mondo che li circonda e provare l’emozione offerta dalla libertà dei grandi viaggiatori...
 
 


Crédits photos : FatCamera/iStock