News > Auto: mille idee luminose

Auto: mille idee luminose

 - 21/06/2018

Fari che tracciano un passaggio pedonale per aiutare un passante ad attraversare, che salutano il conducente proiettando il suo nome o che sottolineano la presenza di un ostacolo lungo la carreggiata... Molto presto, le luci delle nostre auto non si limiteranno ad illuminare semplicemente la strada.

“Stiamo passando da un’illuminazione puramente tecnica a un vero elemento scenografico", commenta con entusiasmo Christophe Le Ligné, Direttore Ricerca e Sviluppo dei sistemi di visibilità del componentista francese Valeo.

Nell’oscurità della galleria di collaudo del suo centro di ricerca, Valeo mette alla prova i suoi prototipi.
Un’auto in sosta, equipaggiata con sofisticati fari LED, proietta sulla pista asfaltata un passaggio pedonale luminoso, in corrispondenza di una persona in attesa lungo la strada. Bisogna segnalare al pedone che è stato riconosciuto e che l’auto gli lascia la precedenza. Di solito, le persone che vogliono attraversare cercano lo sguardo del conducente, per accertarsi di essere state viste. Con l’imminente arrivo dei veicoli a guida autonoma, queste precauzioni diventano inutili.

Con l’ausilio di una telecamera, il modello testato può proiettare sull’asfalto ogni genere d’informazioni, come pannelli o linee, per indicare la direzione della prossima curva. Può anche far “brillare” un veicolo in sosta per attirare l’attenzione del conducente.
Queste nuove funzionalità saranno disponibili dopo il 2020, grazie al perfezionamento delle tecnologie LED.

- La sfida della sicurezza -
La grande rivoluzione dell’illuminazione è legata anche all’apparizione dei sistemi anti-abbaglianti, già in dotazione dei modelli di fascia alta, equipaggiati con una telecamera anteriore.
Presto diventerà possibile circolare con gli abbaglianti accesi senza infastidire i conducenti che arrivano in senso opposto. La camera individuerà il veicolo in avvicinamento e il faro anteriore spegnerà parte della sua matrice, per creare una zona d’ombra.
Anche senza questa tecnologia, le lampade LED, che equipaggiano già circa un veicolo nuovo su due, consumano quattro o cinque meno delle classiche alogene.

- “Affermazione del brand” -
I sistemi di illuminazione di prossima generazione permetteranno anche di proiettare caratteri o logo sui fari posteriori, per salutare ad esempio il conducente all’apertura delle porte oppure per avvertire il veicolo che segue dell’attraversamento di un pedone o della nostra intenzione di parcheggiare.
Questi nuovi codici richiederanno norme internazionali comuni.
Con l’arrivo delle funzioni di guida autonoma, anche l’illuminazione interna assumerà una nuova importanza, per assicurare il benessere degli automobilisti, liberi della guida e occupati in altre attività a bordo.
Già oggi, i fari sono un elemento cruciale del design automobilistico, una “affermazione essenziale del brand”: questo spiega perché i costruttori sono pronti a investire somme sempre più elevate nelle nuove soluzioni.
Su questo mercato in crescita, Valeo affronta altri tre grandi player: il gruppo giapponese Koito e i tedeschi Automotive Lighting e Hella.

(Foto: bgton / IStock.com)