News > Costi ridotti e immediatezza: in Europa crescono gli acquisti di auto online

Costi ridotti e immediatezza: in Europa crescono gli acquisti di auto online

 - 08/10/2020

Gli automobilisti europei stanno abbandonando i concessionari? Forse è troppo presto per dirlo ma, in ogni caso, le soluzioni di per l’acquisto o la vendita di auto online sono sempre più utilizzate. Grazie al Web, acquistare l’auto dei propri sogni diventa sempre più facile.

Secondo uno studio pubblicato dal sito di e-commerce CarNext.com, quasi un automobilista su tre dichiara di essere ormai pronto ad acquistare e a pagare la propria auto direttamente online (su 3.000 persone intervistate in Francia, Germania, Spagna, Italia, Paesi Bassi e Portogallo). Fra le ragioni elencate degli automobilisti per giustificare la decisione spiccano la disponibilità di un calendario dei controlli e della manutenzione del veicolo (65%) e, inoltre, la consegna dell’auto a domicilio (34%).

La vendita tradizionale, con il suo rituale ben consolidato – visita ai concessionari, per osservare da vicino e provare i vari modelli, trattativa sul prezzo ed eventuale acquisto – sembra quasi passata di moda.

Oggi, l'acquisto online consente di individuare l’auto più adatta alle nostre esigenze, di ottenerne la consegna diretta a domicilio, o a due passi da casa, già munita di targhe e di documenti in piena regola. Gli automobilisti possono scegliere di utilizzare direttamente i siti web dei produttori, oppure optare per le piattaforme specializzate, sviluppate essenzialmente da intermediari, che propongono un’ampia gamma di prezzi negoziati.

L’acquisto di un’auto online richiede solo qualche minuto e il sito è aperto 24/7. Grazie ai costi più contenuti, i prezzi sono molto spesso inferiori a quelli proposti dalle concessionarie. Va inoltre sottolineato che gli acquirenti interessati ai modelli venduti all’estero possono utilizzare le piattaforme di intermediazione per facilitarne l’importazione. D'altra parte, l’acquisto online non permette di provare direttamente l’auto, in ogni caso per quanto riguarda i modelli usati. Si tratta indubbiamente dell’unico aspetto veramente negativo di questo nuovo approccio.

Come per qualsiasi altro acquisto, il consumatore dispone di un periodo di recesso di 14 giorni.

(Foto : davidf/iStock)